Si è arrampicato sui balconi di un edificio in via Ugo Betti, a Milano, per entrare in un appartamento situato al quarto piano e rubare tutto ciò che riusciva prima di darsi alla fuga. Il piano, sfortunatamente per lui, però, è riuscito a metà, perché i poliziotti della questura sono riusciti ad arrestarlo poco prima che se la desse a gambe.

Ha tentato la fuga calandosi sul balcone dell'inquilino del terzo piano: arrestato

L'allarme è scattato quando alcuni cittadini hanno notato l'uomo intento nelle sue acrobazie per raggiungere il balcone desiderato dal quale entrare per appropriarsi dei beni del malcapitato che, pare, non fosse in casa al momento dell'effrazione. Una volta riuscito a sfondare la finestra, l'uomo, un 29enne di origini albanesi, ha preso monili in oro per un valore totale di circa 10.000 euro ma, una volta arrivato nuovamente sul balcone per darsi alla fuga, ha notato le volanti della polizia sotto ad attenderlo. Per questo motivo, si è calato sul balcone di un inquilino del terzo piano, entrando nella sua abitazione e cercando di fuggire dalla porta di ingresso dove però lo attendevano gli agenti. L'uomo è stato quindi arrestato per furto pluriaggravato e la refurtiva immediatamente sequestrata per essere consegnata al legittimo proprietario. In seguito ai controlli, gli agenti hanno scoperto che il 29enne ha a carico un ordine di carcerazione per reati quali rapina, documenti falsi e false dichiarazioni, per i quali deve scontare una pena di 2 anni e mezzo. Resterebbe quindi solo da capire se questo è l'unico furto realizzato con tale modus operandi dall'uomo o meno. Le indagini lo chiariranno.