A partire da oggi e fino al prossimo 16 marzo sono aperte le iscrizioni per gli asili nido, le sezioni primavera e le scuole dell’infanzia del Comune di Milano. Una tappa importante per ogni genitore, soprattutto per chi, per la prima volta, si trova a dover scegliere a chi affidare il proprio figlioletto. Palazzo Marino informa che sono oltre 12mila i posti disponibili per i nuovi iscritti, che si aggiungono ai 20mila bambini già confermati per l’anno scolastico 2018/2019. Tutta la procedura di iscrizione si svolge solo ed esclusivamente online, sul sito del Comune di Milano: solo in casi specifici (famiglie prive di una iscrizione anagrafica, che hanno in itinere un trasferimento di residenza da altro Comune o hanno un bambino da iscrivere al Nido d’Infanzia non ancora nato) si può procedere offline, fissando un appuntamento telefonico. È inutile affrettarsi troppo (basta però rispettare la scadenza del 16 marzo): l’ordine cronologico di presentazione delle domande, infatti, non costituisce in alcun modo diritto di priorità nelle graduatorie. La procedura di registrazione, come spiegato sul sito, dovrà essere effettuata dal genitore che risulta residente a Milano e intestatario della Scheda (cioè il capo famiglia).

Dal Comune alcuni siti utili per conoscere le scuole e gli asili

Il Comune di Milano ha messo a punto negli ultimi anni diversi strumenti per aiutare i genitori a conoscere tutti i servizi dell'infanzia e anche per individuare gli asili e le strutture più vicine alla propria residenza. Nel primo caso, si può visitare il nuovo Geoportale, che si trova a questo link. Nel secondo, si può consultare il servizio Geoschool, dove inserendo il proprio indirizzo su una mappa appaiono tutte le scuole nelle vicinanze, con un colore diverso a seconda della tipologia. Gli open day per visitare le scuole si terranno nelle giornate del 21, 22 e 23 febbraio 2018 dalle ore 16.30 alle 18.30 nelle strutture prescelte. Le graduatorie saranno pubblicate il 18 aprile: per conoscere nel dettaglio le modalità e i criteri per l'assegnazione dei punteggi (che dipendono dalla vicinanza della struttura scelta, dalla presenza di invalidi, fratelli e gemelli in famiglia e dalla condizione lavorativa dei genitori e da altri fattori, si può consultare l'apposito comunicato della Direzione Educazione del Comune, disponibile a questo link.