È stato espulso dall'Italia il ragazzo di nazionalità peruviana denunciato per aver messo un ago sulla maniglia dell'auto della polizia nella stazione di Rogoredo a Milano. L'uomo era stato fermato poche ore dopo i fatti: a incastrarlo le immagini delle telecamere di videosorveglianza della stazione che hanno lo hanno ripreso in azione mentre con passo lento si avvicinava alla vettura e lasciava l'ago sulla maniglia. Subito dopo il fermo gli agenti avevano perquisito lo zaino che aveva indosso trovando al suo interno diversi aghi, siringhe e una tenaglia.

Peruviano espulso, Salvini: Per i delinquenti in Italia non c'è spazio

A dare l'annuncio della sua espulsione il ministro dell'Interno Matteo Salvini: "Il giovane peruviano che si era divertito a mettere un ago da siringa sulla maniglia dell'auto della Polizia nei pressi della stazione di Milano Rogoredo è stato espulso dal territorio nazionale – le parole del vicepremier su Facebook – per i delinquenti in Italia non c'è spazio. Fuori". Era stato sempre lo stesso ministro a condividere prima il video dell'uomo ripreso mentre metteva l'ago sulla maniglia e poi quella del fermo del giovane accusato: venerdì all'alba era stato ripreso mentre poneva l'ago prima di allontanarsi, mentre il giorno dopo era stato individuato e denunciato. Ora la notizia dell'espulsione.