Lo avrebbe accoltellato al termine di un litigio esasperato dall'ennesima scorribanda che il ragazzo aveva messo a segno insieme con i suoi amici, per questo un ristoratore è stato fermato dai carabinieri per aver colpito all'addome un 18enne ora ricoverato in gravi condizioni al Policlinico di Milano. È accaduto questa sera in Corso Lodi a Milano poco dopo le 20, quando il giovane, di nazionalità marocchina e regolarmente in Italia, accompagnato dagli amici si è recato all'interno del ristorante come faceva spesso, per fare foto e video ai clienti e agli stessi dipendenti da pubblicare poi sui social. Scene di scherno che stando a quanto riportato poi dallo stesso ristoratore si ripetevano regolarmente. Questa volta però il proprietario del ristorante, un uomo di nazionalità cinese di 29 anni, ha reagito in modo violento.

Il 18enne ricoverato in codice rosso: l'aggressore fermato dai carabinieri

Quando il 18enne insieme con gli amici è entrato nel ristorante e ha iniziato prima a fotografare la moglie dello stesso ristoratore e poi a rubare diversi oggetti dal locale, c'è stata la reazione dell'aggressore. L'uomo armato di coltello si sarebbe scagliato contro i ragazzi, dopo averli inseguiti, colpendo il 18enne all'addome. Il giovane è stato immediatamente soccorso dai sanitari del 118 giunti sul posto poco dopo l'incidente con due ambulanze ed è stato trasportato al Policlinico dove è giunto in codice rosso. Sul posto sono sopraggiunti anche i carabinieri del Radiomobile che hanno fermato l'aggressore e lo hanno portato in caserma per essere interrogato: per lui si ipotizza l'accusa di tentato omicidio.