Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un uomo è stato fermato dalla polizia dopo che nel suo appartamento è stato rinvenuto il cadavere della madre: la donna, Silvana Canepari, classe 1944, secondo una prima ipotesi era deceduta da diverso tempo e il figlio avrebbe confessato di averla nascosta in casa per riscuoterne la pensione. La macabra scoperta è stata fatta a Mede, in provincia di Pavia, dalla figlia dell'anziana signora che non vedeva la madre da diverso tempo, ostacolata proprio dal fratello che non le permetteva di farle visita. Questa volta la donna però non si è arresa all'ennesimo no dell'uomo e ha deciso di entrare in casa non trovando la madre ma trovando invece parte della camera da letto sigillata. Allarmata ha deciso di allertare le forze dell'ordine: così accompagnata dai carabinieri si è recata nell'appartamento del fratello in largo Allegri, a Mede.

Disposta l'autopsia per accertare se la donna sia morta per cause naturali

Ed è qui che i militari hanno ritrovato il corpo ormai senza vita dell'anziana madre: il figlio lo aveva riposto sul letto in una camera, poi sigillata, e intorno vi aveva disposto lumini e profumi per ambiente. In questo modo si presume, ha voluto nascondere gli eventuali odori provenienti dalla stanza e dal corpo in decomposizione della donna. Secondo una prima ipotesi sembra che la donna fosse morta da diverse settimane, forse mesi, visto lo stato in cui è stato ritrovato il cadavere che è stato portato via così come disposto dal magistrato e sul quale la procura ha già disposto l'autopsia: in questo modo si potrà chiarire se l'anziana madre sia morta per cause naturali o sia stata una morte violenta. Intanto il figlio della donna è stato fermato: avrebbe raccontato ai militari di aver deciso di conservare il corpo della madre per continuare a riscuotere la pensione della donna, malata da tempo.