"Estasi" la mostra di Marina Abramović
in foto: "Estasi" la mostra di Marina Abramović

Milano è pronta a ospitare l'esposizione di una delle più importanti artiste contemporanee a livello mondiale: Marina Abramović. Dal 18 ottobre al 31 dicembre la sala Sottofedericiana della Veneranda Biblioteca Ambrosiana sarà occupata dalla mostra "Estasi", un ciclo di tre video in cui quella che viene considerata la "nonna della performance art» si relaziona con Santa Teresa d’Avila, una delle più importanti figure del cattolicesimo. L'iniziativa, che è stata curata da Casa Testori, si inserisce nel percorso culturale penso da VanitasClub (parte del Gruppo MilanoCard), con l'obiettivo di unire questa antichissima area con la video arte e con i grandi artisti contemporanei. Dopo Bill Viola, Michelangelo Antonioni e Andy Wharol, ora arrivano in mostra anche le opere dell'artista serba.

Il ciclo di video "The Kitchen. Homage to Saint Therese”

I tre video che gli spettatori della mostra avranno l'occasione di vedere prendono il titolo di: "The Kitchen. Homage to Saint Therese”. Il riferimento alla cucina non è casuale, ma vuole indicare il contenuto dei video: ovvero la serie di performance realizzate dalla Abramović nel 2009 all'interno dei refettori dell’ex convento di La Laboral a Gijón, in Spagna. Il nome della mostra invece, "Estasi", si ricollega allo straordinario precedente della Santa Teresa di Gian Lorenzo Bernini.  La mostra farà parte inoltre del percorso di visita che conduce alla Cripta di San Sepolcro, da poco restaurata.

Le iniziative collegate alla mostra

Gli organizzatori hanno pensato di donare 200 biglietti per l'esposizione alle persone che si trovano in una situazione di indigenza economica. Inoltre sarà introdotta anche la pratica del "biglietto sospeso", così chi vorrà potrà comprare un biglietto in più da destinare ai più bisognosi. Da sabato 26 ottobre sarà inoltre possibile prendere parte alla mostra in modo particolare, grazie ad esclusive date di cena placé. Un’occasione per degustare i menù di terra, di mare, il menù vegetariano e quello vegano, immergendosi nella video-arte della donna che ha rivoluzionato il mondo della performance art. Edoardo Filippo Scarpellini, Amministratore Delegato di VanitasClub ha spiegato: “Con Marina Abramović proseguiamo quel percorso di riflessione e meraviglia che abbiamo iniziato due anni fa con Bill Viola in una delle aree più straordinarie della nostra città”.

Gli orati per potere visitare la mostra saranno: da martedì a venerdì dalle 12.00 alle 20.00 e stato e domenica dalle 10.00 alle 20.00.  I biglietti invece saranno acquistabili al prezzo di 6 euro.