Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un'altra mattinata problematica per i pendolari lombardi in arrivo a Milano. Questa volta sono stati i viaggiatori della provincia di Mantova a incappare in una giornata nera per quanto riguarda la viabilità sul trasporto pubblico. Oggi, giovedì 16 gennaio, si sono verificati disagi sul treno 2648, in partenza da Mantova alle 6.07. Il convoglio ha arrestato la sua corsa alla stazione di Piadena, in provincia di Cremona, dopo sole due fermate di viaggio. Anche il treno precedente aveva accumulato un notevole ritardo, sostando in via del tutto eccezionale a Tavazzano. I gruppi Facebook dei pendolari Trenord sono invasi dalle rimostranze per i continui disservizi sui treni. In tanti lamentano soprattutto il fatto che dovranno recuperare il tempo perso sul posto di lavoro.

La comunicazione del servizio informativo Trenord

Tra i treni che hanno accumulato ritardo anche il 2647, 2648 e 2649. Per quanto riguarda il 2647, previsto in partenza da Milano alle 6.20, è stato posticipato di circa mezz'ora per alcuni problemi tra Milano Centrale e Lambrate. La società che gestisce il trasporto ferroviario in Lombardia ha comunicato, tramite il suo servizio informativo, le ragioni che hanno causato i disagi sul 2648 Mantova-Milano Centrale. A quanto sembra si tratterebbe di un ritardo dovuto a un intervento del personale sanitario per un malore a bordo treno. Le ripercussioni alla viabilità ferroviaria ci sono state, tanto che anche nella direzione opposta il treno 2649 in partenza da Centrale è partito con 25 minuti di ritardo.