La cisterna ribaltata a Casalmoro (Mn)
in foto: La cisterna ribaltata a Casalmoro (Mn)

Una cisterna piena di gpl si è ribaltata nella notte a Casalmoro, in provincia di Mantova, sulla strada provinciale 343. Il mezzo pesante è finito un un canale e si è capovolto di novanta gradi su un fianco. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco del Nucleo Nbcr (Nucleare-biologico-chimico-radiologico) specializzati negli interventi in presenza di sostanze potenzialmente pericolose. Il conducente del mezzo, un uomo di 41 anni, ha riportato ferite non gravi ed è stato accompagnato al pronto soccorso dell'ospedale di Castiglione delle Stiviere in codice verde.

Mantova, cisterna esce di strada e si ribalta in un canale

Le delicate operazioni per effettuare il travaso del combustibile e mettere in sicurezza il veicolo sono durate per gran parte della notte. I vigili del fuoco hanno dovuto completare il ribaltamento a 180 gradi, per far emergere entrambi gli attacchi di fase liquida e gas (invertiti a causa del ribaltamento). Le operazioni di travaso sono iniziate attorno all'1.30 e la cisterna è stata completamente svuotata dal liquido verso le 4 45. In mattinata erano ancora in atto le fasi di svuotamento della fase gas residua tramite torcia.

L'intervento del nucleo specializzato dei vigili del fuoco Nbcr

Il nucleo Nbcr è un gruppo specializzato dei vigili del fuoco sono chiamati a intervenire nei casi in cui c'è il timore di contaminazione da radiazioni nucleari, attentati con armi non convenzionali, rilasci di sostanze pericolose come gas o carburanti a seguito di incidenti. Questi specialisti dei vigili del fuoco si distinguono immediatamente dagli altri per la particolarità dei loro indumenti. Quando intervengono non indossano la divisa istituzionale, ma sono equipaggiati di particolari tute scafandrate per la protezione personale, dotate di auto protettori che consentono la respirazione anche in ambienti contaminati.