Il tetto scoperchiato di un palazzo a Roncadelle (Brescia)
in foto: Il tetto scoperchiato di un palazzo a Roncadelle (Brescia)

Ancora gravi danni provocati dal maltempo in Lombardia. Nella zona della Bassa bresciana a Castelcovati, Maclodio, Torbole Casaglia e Roncadelle, una fortissima tempesta di vento ha scoperchiato tetti di case e aziende e abbattuto alberi.

Brescia, gravi danni nella Bassa e metropolitana paralizzata

A Brescia un calo di tensione elettrica ha colpito il termovalorizzatore di A2A con una fuoriuscita di vapore acqueo preceduto da un'esplosione che ha allarmato i residenti. A2A ha assicurato che non c'è stata fuoriuscita di inquinanti. Sempre a Brescia la linea della metropolitana è rimasta paralizzata a causa di alcuni alberi caduti sulla linea esterna.

"La macchina comunale è al lavoro per verificare gli effetti del nubifragio delle ultime ore. Fortunatamente non risulta ci siano feriti, ma molti tetti, alberi ed abitazioni sono stati danneggiati, soprattutto nella zona sud est della città", ha spiegato il sindaco di Brescia Emilio Del Bono. "I sottopassi ora sono agibili, mentre la metro è ferma per riparazioni ed è in funzione il servizio sostitutivo. In via precauzionale, i parchi rimarranno chiusi fino alle 14 di domani per consentire le verifiche da parte dei tecnici".

Lodi, bomba d'acqua e vento: molti alberi abbattuti

Gli effetti dei forti temporali di lunedì sera si sono fatti sentire anche a Lodi. Una bomba d'acqua accompagnata si è abbattuta sulla città con raffiche di vento a 80 chilometri orari. Un albero si è spezzato ed è crollato sul ponte dell'Adda e la circolazione stradale è stata bloccata a lungo. A Sant'Angelo Lodigiano il vento ha raggiunto gli 88 chilometri orari, molti rami si sono staccati dagli alberi anche in centro storico.

Villa di Chiavenna, frana minaccia le case: famiglie evacuate

Timore in Valchiavenna per una frana che si è distaccata in località Motta di Calestro, nel territorio comunale di Villa di Chiavenna, in provincia di Sondrio. Solo la presenza di reti e muri di protezione ha evitato che il materiale franato finisse sulle case. Il sindaco ha disposto a titolo precauzionale l'evacuazione di 20 persone le cui abitazioni si trovano in un'area dove sono possibili altre scariche di detriti. Nelle prossime ore sono previste nuove e forti precipitazioni piovose nella zona.