(Il tratto di stadia chiusa a Cernobbio/Foto Facebook CiaoComo)
in foto: (Il tratto di stadia chiusa a Cernobbio/Foto Facebook CiaoComo)

Il maltempo continua a causare disagi in tutta la Lombardia. Nella zona di Marone, in  provincia di Brescia, sono franati in strada dei massi di grosse dimensioni che hanno invaso la statale 510 senza fortunatamente causare danni a persone o veicoli. È successo nella giornata di mercoledì 20 novembre, sul tratto di strada che da Collepiano porta a Pregasso. La strada è stata occupata non solo dai massi, ma anche da diverse piante, obbligando le autorità a chiudere il traffico fino alla definitiva messa in sicurezza dell'area.

Chiusa anche la strada a Sale Marasino

Il territorio intorno al lago d'Iseo è stato particolarmente colpito dal maltempo, con parecchi problemi generati dalla caduta dei massi e da altre circostanze di potenziale pericolo. A Sale Marasino, sempre in provincia di Brescia, nelle prime ore di mercoledì 20 novembre si è verificata una vera e propria pioggia di detriti, che si sono depositati lungo via Panoramica. Dalla montagna sono precipitati in strada massi di circa un metro cubo, seguiti da sassi di dimensioni più piccole. Anche in questo caso non si contano feriti ne danni di altro tipo, ma la strada è tutt'ora chiusa al traffico tra via Panoramica e via Matteoti. L'allerta è alta: non è da escludere che nelle prossime ore possano ripresentarsi episodi di caduta massi.

 A Cernobbio è isolata la frazione di Rovenna

Una frana avvenuta nella serata di mercoledì 20 novembre a Cernobbio, in provincia di Como, sta momentaneamente isolando gli abitanti della frazione di Rovenna. La situazione è stata generata da un cedimento del muro, che ha provocato la caduta di massi in un punto di collegamento con il centro abitato. I vigili del fuoco sono al lavoro per ripristinare le vie bloccate dai detriti e sgomberare le via d'accesso il più in fretta possibile.