Armano Danna (Foto Facebook)
in foto: Armano Danna (Foto Facebook)

È morto Armando Danna, 68enne ormai in pensione che a lungo aveva lavorato all'aeroporto di Malpensa. Proprio mentre tornava a casa dopo una visita agli ex colleghi, è stato travolto da un'auto mentre percorreva la strada esterna allo scalo milanese dall'area Cargo City al Terminal 1. Lo scooter sul quale viaggiava ha preso fuoco nell'impatto, mentre lui è stato sbalzato con violenza sull'asfalto. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco, che hanno spento il mezzo andato in fiamme, mentre il personale del 118 soccorreva Armando. Purtroppo per lui non c'è stato nulla da fare nonostante lo sforzo dei sanitari: troppo gravi le lesioni riportate nell'impatto. Trasferito in ospedale, ora la salma sarà sottoposta agli esami di rito in questi casi.

Il 68enne, in pensione da poco dopo una vita di lavoro, era residente a Turbigo, piccolo comune dell'hinterland milanese e spesso e volentieri tornava in aeroporto per incontrare gli amici e i colleghi. Gli agenti della Polizia Stradale giunti sul luogo dell'incidente hanno eseguito i rilievi per stabilire cosa sia accaduto: l'ipotesi più accreditata è il mancato rispetto della precedenza da uno dei mezzi coinvolti nel sinistro. Ascoltato il conducente dell'auto che ha travolto Danna, potrebbero essere acquisite anche le immagini delle telecamere di video sorveglianza. Impegnato in diverse attività di volontariato, nonno e papà amorevole, grande tifoso milanista: Danna era molto conosciuto nel suo paese che ora si stringe con cordoglio e affetto attorno agli amici e alla famiglia. "Era un uomo di cuore. Abbiamo appreso la triste notizia, una gran persona che certamente mancherà alla nostra città", così il sindaco di Turbigo Christian Garavaglia.