Enrico Tomasi
in foto: Enrico Tomasi

Ha accusato un malore sul lavoro ed è morto dopo alcuni giorni in ospedale. La tragedia che ha visto protagonista Enrico Tomasi ha toccato nel profondo l'intera comunità di Vezza d'Oglio, comune italiano di 1.443 abitanti della Val Camonica, in provincia di Brescia, dove viveva con la famiglia. L'uomo di 52 anni, che aveva accusato un malore improvviso mentre si trovava sul proprio posto di lavoro, è deceduto nella giornata di lunedì 13 gennaio nel reparto di Rianimazione cardiochirurgica dell'ospedale Civile di Brescia. Enrico era stato trasportato al Civile venerdì 10 gennaio, dopo che i colleghi, non appena si erano resi conto delle sue condizioni critiche, avevano lanciato l'allarme. L'intervento chirurgico al cuore purtroppo non è riuscito a salvargli la vita.

Nel pomeriggio i funerali di Enrico Tomasi

Nel pomeriggio di oggi, giovedì 16 gennaio, sono stati celebrati i funerali di Enrico, che in paese era conosciuto da tutti con il soprannome di "Paci". La funzione religiosa si è svolta a partire dalle ore 15 presso la chiesa parrocchiale di Vezza d'Oglio, con una processione partita dalla Sala Antonietti in via Occhi. Tutta la comunità si è unita al cordoglio dei famigliari di Enrico, che lascia una moglie e due figli ancora adolescenti. Il 52enne lavorava come tecnico degli impianti di risalita del comprensorio sciistico Ponte di Legno-Tonale: ed è proprio sul posto di lavoro che il 52enne ha accusato il malore che gli è risultato fatale.