Sono 1.101,36 euro i soldi che il comune di Malegno deve allo Stato e che il sindaco della città in provincia di Brescia ha deciso di dare sottoforma di monete da un centesimo: ben 168 chilogrammi di monetine stoccati in sei sacchi di iuta che Paolo Erba ha preparato per quando il ministero verrà a recuperarli. Una forma di protesta singolare la sua che vuole porre sotto i riflettori la storia del piccolo comune di Malegno iniziata nel 2014 quando i malegnesi hanno deciso di devolvere il cinque per mille proprio al municipio della loro città.

Ora il ministero venga a ritirare i soldi

Purtroppo però l'amministrazione comunale non ha rendicontato in tempo la somma, ma lo ha fatto con venti giorni di ritardo e per questo il ministero ha chiesto di restituire quei soldi. Poco più di mille euro che il comune aveva stanziato per aiutare le famiglie di disabili. "Ora il ministero venga a ritirare i soldi" il commento del sindaco Erba che ha condiviso sui social una foto dei sacchi contenenti i soldi in monete da un centesimo. "Vivo la sensazione di essere considerato come la Banda Bassotti che cerca di rapinare Paperon de Paperoni dei suoi sacchi pieni di monete", il commento del primo cittadino di Malegno.