In Lombardia dal 10 luglio via libera al calcetto e agli altri sport di squadra, ma anche alle sale da ballo e alle discoteche. Lo ha stabilito il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, nell'ordinanza con cui ha anche confermato fino al 14 luglio l'obbligo di indossare mascherine o qualsiasi altro indumento a protezione di bocca e naso anche all'aperto, tranne nel caso di intense attività motorie o sportive.

Lombardia, confermato obbligo di mascherina fino al 14 luglio

Restano in vigore, comunica Palazzo Lombardia in una nota, anche le prescrizioni già previste per i datori di lavoro dai precedenti provvedimenti tra cui l'obbligo di misurazione della temperatura di tutti i dipendenti e di comunicare tempestivamente i casi sospetti all'ATS di riferimento.

Le regole per la ripresa degli sport di contatto

Nell'ordinanza, poi, si specifica che "la ripresa degli sport di contatto è prevista a decorrere dal 10 luglio, previo il verificarsi delle condizioni previste dalla lettera g) dell'art. 1 del D.P.C.M. dell'11 giugno 2020″, ovvero che Regioni e Province autonome, d'intesa con il Ministero della Salute e dell'Autorità di Governo delegata in materia di sport, abbiano preventivamente accertato la compatibilità delle suddette attività con l'andamento della situazione epidemiologica nei rispettivi territori, in conformità con le linee guida dello stesso D.P.C.M. Infine, l'ordinanza prevede la riapertura di discoteche e sale da ballo dal 10 luglio. L'attività del ballo sarà consentita esclusivamente negli spazi all'aperto. Via libera dal 1 luglio, invece, a congressi e manifestazioni fieristiche.