Dopo i dubbi e le incertezze, Regione Lombardia ha ribadito che nella giornata di domenica non si sono registrati decessi legati al covid-19. Il dato estremamente positivo, che lo stesso governatore Attilio Fontana ha consigliato di "prendere con le pinze", è dunque confermato. Il bollettino di lunedì 25 maggio segnala invece un nuovo aumento di 34 decessi, ma "il trend degli ultimi giorni si conferma positivo", spiegano da Palazzo Lombardia. Negli ultimi giorni le vittime sono state 56 (il 23 maggio), 57 (il 22 maggio), 65 (il 21 maggio).

Domenica nessun decesso per coronavirus, dato confermato "ma serve prudenza"

La notizia che nel bollettino del 24 maggio per la prima volta dopo tre mesi di emergenza non erano segnalati nuovi decessi per coronavirus era stata accolta con un mix di soddisfazione, cautela e scetticismo. I dubbi erano legati sopratutto alle anagrafi dei comuni lombardi, che nella giornata di domenica avrebbero potuto avere dei rallentamenti nella comunicazione dei datiCommentano il dato, Fontana e l’assessore al Welfare Giulio Gallera hanno invitato a non lasciarsi prendere dall’entusiasmo "poiché domenica è un giorno durante il quale la comunicazione non è sempre precisa e perfetta, a volte arrivano in ritardo". In ogni caso, il presidente della Regione ha avvertito  che non possiamo aspettarci che “i morti siano finiti” e invitato alla prudenza: "Non voglio distribuire troppo entusiasmo perché negli ultimi giorni abbiamo assistito ad assembramenti che sono un po' preoccupanti".

La situazione in Lombardia

Al momento sono 87.258 i casi confermati di contagio in Lombardia, in aumento di 148 unità rispetto a ieri, a fronte di 5.641 nuovi tamponi processati. La nota positiva è arrivata ancora una volta dal calo dei pazienti ricoverati in ospedale, che ora sono 3.721. Le persone in terapia intensiva sono 196. Aumenta il numero dei guariti, che tocca quota 46.169.