Patrizia Baffi, codognese e consigliere di Italia Viva, è stata eletta presidente della Commissione d'inchiesta sul covid-19 che dovrà indagare sulla gestione dell'emergenza sanitaria da parte di Regione Lombardia. A Baffi sono andati 46 voti, il suo più quelli della maggioranza di centrodestra in Consiglio regionale. Le opposizioni, cui da regolamento spettava indicare il candidato alla presidenza, hanno votato per Jacopo Scandella (Pd), che ha ricevuto 28 voti. Tre preferenze sono andate a Michele Usuelli (+Europa), due le schede nulle. Baffi si era astenuta qualche settimana fa nel voto di sfiducia sull'operato dell'assessore Gallera.

Baffi eletta con i soli voti della maggioranza

L'esito del voto porterà a inevitabile polemiche, dal momento che dopo due settimane in cui Lega e Forza Italia rifiutavano di votare per il candidato proposto dall'opposizione, è grazie a un escamotage che oggi è stata eletta l'esponente di Italia Viva. Il primo a protestare è il consigliere del Partito democratico Pietro Bussolati: "Ieri Salvini partecipa ad una riunione della Lega al Pirellone. Italia Viva non partecipa al voto sul processo a Salvini. La maggioranza vota Patrizia Baffi di Italia Viva presidente della commissione d’inchiesta sui fatti relativi al Covid. Il presidente deve essere indicato dalla minoranza da Statuto. La minoranza aveva votato con il 95% dei voti Scandella in tutti i precedenti tentativi. Baffi riceve il suo voto come minoranza, l’unico della minoranza e 47 dalla maggioranza", sintetizza l'esponente dem in un post sui suoi canali social.

Opposizioni abbandonano l’aula

"Oggi abbandoniamo l’aula e a questo punto è necessario scendere in piazza perché oltre all’arroganza degli errori c’è la paura di scoprire le gravi responsabilità politiche di Attilio Fontana su questa vicenda", ha continuato Bussolati. "Continueremo a cercare le loro responsabilità politiche oltre la paura della maggioranza, oltre le disposizioni di una commissione addomesticata". Anche il Movimento 5 Stelle ha abbandonato in segno di protesta. "La maggioranza senza ascoltare le nostre indicazioni ha votato la consigliera di Italia Viva, partito che questa mattina ha salvato Salvini", commenta il consigliere Dario Violi. "Baffi sceglie di diventare il paravento della maggioranza, questa commissione non ha più senso di esistere, è una farsa".