Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio
La stazione di Lodi (Immagine di repertorio da Wikipedia)
in foto: La stazione di Lodi (Immagine di repertorio da Wikipedia)

Si sono finti poliziotti e hanno perquisito alcuni ragazzi. Responsabili della vicenda sono tre ragazzi, due ragazze di 23 e 19 anni e un ragazzo di 27 anni, tutti incensurati e tutti residenti in provincia di Milano. Il fatto è avvenuto alla stazione di Lodi. I tre, che sono stati denunciati dalla questura di Lodi, dovranno rispondere delle accuse di rapina, sostituzione di persona, minacce e violenza a pubblico ufficiale. Stando a quanto ricostruito, i tre avrebbero perquisito due ragazzi all'interno della stazione di Lodi spacciandosi per agenti in borghese. Il fatto sarebbe avvenuto nella serata di sabato.

Le indagini sono cominciate quando un ragazzo si è presentato in questura e ha raccontato che durante una perquisizione il suo smartphone era stato sequestrato. Tutto senza fornirgli alcun verbale dell'intervento. I poliziotti si sono così accorti che qualcuno si era spacciato per agente alla stazione di Lodi. Intervenuti sul posto, gli uomini della questura sono riusciti in pochi minuti a rintracciare i sospettati, che si trovavano ancora in stazione in attesa di prendere un treno. Uno di loro aveva con sé il cellulare rubato. Un altro ragazzo perquisito ha confermato il racconto del primo e ha accusato, anche lui, i tre ragazzi di averlo perquisito. I poliziotti indagano per verificare se in passato siano avvenuti episodi simili ad opera dei tre denunciati.