Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Hanno iniziato a litigare, poi dopo diversi minuti uno dei due ha estratto dalla tasca un coltello e ha colpito l'altro alla schiena. È finita nel sangue una discussione tra due camionisti avvenuta nel pomeriggio di ieri sabato 19 ottobre in un'area di servizio dell'Autostrada A1 Milano – Napoli, nei pressi del comune di San Zenone al Lambro, nel Milanese. L'allarme è scattato intorno alle 17.45 quando è giunta una chiamata al 118 per una richiesta di intervento lungo l'Autosole: alcuni testimoni hanno infatti raccontato di aver assistito a un litigio e a un successivo accoltellamento. Sul posto sono giunti immediatamente i soccorritori con un'ambulanza ma poco dopo viste le condizioni di uno dei feriti è stato richiesto l'intervento di un elisoccorso.

La vittima trasportata al Niguarda in elisoccorso

A riportare le ferite più gravi sarebbe stato un uomo di 33 anni, autotrasportatore di nazionalità bielorussa, colpito alla schiena con un coltello: a infliggergli le gravi ferite un connazionale col quale l'uomo stava litigando. La vittima è stata trasportata in codice giallo all'ospedale Niguarda di Milano. Mentre l'aggressore è stato immediatamente arrestato dagli agenti della Polstrada giunti poco dopo l'aggressione nell'area di servizio di San Zenone. Ancora da chiarire i motivi del litigio mentre secondo quanto ricostruito finora sembra che durante il litigio sia intervenuto un terzo camionista che ha tentato di placare gli animi e dividerli senza però riuscirvi, poi l'uomo arrestato è salito nella cabina del suo tir dove ha afferrato un coltello con cui si è scagliato contro il connazionale colpendolo alla schiena e facendolo stramazzare a terra. Il 33enne è ora ricoverato al Niguarda in condizioni serie.