Un uomo di 34 anni è ricoverato in fin di vita all'ospedale di Legnano dopo essere rimasto vittima di una violenta aggressione, per un motivo apparentemente molto banale. L'episodio è avvenuto nella notte a Turbigo, in provincia di Milano. La vittima e l'aggressore sono entrambi cittadini di nazionalità turca. Sembra che a scatenare l'aggressione sia stata una discussione sull'affitto di un appartamento, che uno dei due turchi voleva subaffittare al connazionale. La lite è ben presto degenerata e uno dei due, un uomo di 42 anni, a un certo punto ha afferrato un'accetta e ha colpito il connazionale più giovane in diversi punti del corpo, tra cui il collo e la testa.

L'aggressore è stato arrestato: deve rispondere di tentato omicidio

Sul posto sono intervenuti i soccorritori del 118 e i carabinieri della compagnia di Legnano. Il ferito è stato trasportato d'urgenza in ospedale, dove è ricoverato in pericolo di vita: i medici gli hanno riscontrato ferite d'arma da taglio in diversi punti vitali. L'aggressore è stato arrestato poco dopo dai carabinieri, che sulla base anche delle sue dichiarazioni hanno ricostruito cosa sarebbe avvenuto. Resta adesso da capire nei dettagli se dietro l'aggressione possano esserci altre motivazioni oltre a quella, apparentemente banale, di una lite per il subaffitto: nel frattempo il 42enne resta in carcere, a disposizione dell'autorità giudiziaria, con l'accusa di tentato omicidio.