(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

È iniziato tutto con una lite, terminata poi in tragedia. Un padre ha sparato al proprio figlio ferendolo gravemente alla gamba. L'uomo, 66enne originario del Monzese, ha colpito alla coscia destra il figlio 37enne sparandogli un colpo d'arma da fuoco. Ancora da chiarire l'accaduto ma stando alle prime informazioni i due che vivevano insieme nella loro casa di Limbiate, non avevano un ottimo rapporto ed erano spesso protagonisti di dissidi e scontri che però si erano sempre risolti in maniera pacifica. Fino a questa mattina, quando il padre ha impugnato l'arma e esploso un colpo in direzione del figlio.

Il padre è fermato e portato in caserma dai carabinieri di Desio

Il litigio del quale non si conosce però il motivo è iniziato questa mattina ed è culminato nella violenza poco dopo le 12.30. Sul posto sono giunti immediatamente i soccorritori del 118 con un'ambulanza e l'elisoccorso. Una volta stabilizzato, il 37enne è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale San Gerardo in codice rosso: le sue condizioni sarebbero gravissime. I carabinieri della compagnia di Desio e del nucleo investigativo di Monza, accorsi sul luogo hanno portato in caserma il 66enne per ascoltarlo e hanno dato il via ai rilievi del caso per cercare di ricostruire quanto accaduto e dare il via alle indagini.