Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Una donna di sessantacinque anni è stata ricoverata in prognosi riservata, dopo essere stata massacrata di botte dal vicino di casa mentre stava pulendo le scale della palazzina dove abita. Il tutto si è consumato in pochi minuti nella mattinata di oggi – domenica 10 novembre – a Bellano, in provincia di Lecco, quando dopo un diverbio per banali diverbi condominiali di cui non si conoscono gli esatti contorni, l'uomo ha cominciato a colpire con calci e pugni la vicina come una furia.

"Picchiata con il bastone del mocio"

Un pestaggio brutale e violento, con l'aggressore che non si è fermato neanche quando la sua vittima era era ormai in terra sanguinante: ha afferrato il bastone del mocio con cui stava pulendo le scale e ha continuato a colpirla ripetutamente in piena faccia causandogli gravi traumi.

Il vicino di casa già noto alle forze dell'ordine

Soccorsa da un'ambulanza è stata trasferita d'urgenza all'ospedale di Lecco, e da qui all'ospedale Sant'Anna di Como. Ricoverata in prognosi riservata, ha riportato fratture e ferite al volto particolarmente gravi e dovrà essere al più presto operata.. Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione locale, allertati da alcuni passanti, che hanno proceduto a fermare l'uomo, un 57enne con diversi precedenti e già noto alle forze dell'ordine. La sua posizione è al vaglio, a disposizione dell'autorità giudiziaria il fermo potrebbe tradursi in arresto vista la gravità dei fatti e la dinamica di questi, rispetto ai quali non sembrano esserci molti dubbi.