Il sistema antincendio della scuola non è a norma e così, dopo il controllo dei vigili del fuoco, l'istituto W. Kandinsky di Milano chiude nella giornata di domani, lunedì 10 febbraio, e fino a quando non sarà garantita la sicurezza. La decisione di interrompere le lezioni dell'Istituto professionale servizi commerciali di via Baroni 35 arriva dopo il sopralluogo effettuato da pompieri nella giornata di venerdì 7 febbraio che ha portato alla luce irregolarità nel sistema antincendio. A denunciare l'accaduto è stato Gregorio Mammì, consigliere regionale del M5S Lombardia, avvisato dai genitori dei ragazzi.

La Città metropolitana ha comunicato nella giornata di lunedì che sono state ripristinate le condizioni per la riapertura dell'Istituto. Il ritorno degli studenti in aula è previsto per mercoledì mattina così da consentire alla dirigente scolastica di provvedere ad avvisare tutti gli studenti interessati e il personale.

La circolare della dirigente scolastica

La dirigente scolastica dell'istituto, infatti, ha comunicato venerdì al personale, agli studenti e alle famiglie che "lunedì10 febbraio la scuola è chiusa" e "si valuterà in seguito, sulla base della tempestività degli interventi da parte di Città Metropolitana, se proseguire l'attività didattica in orario pomeridiano in altri istituti". La dirigente nella sua circolare spiega anche che "questo istituto da anni sollecita la Città Metropolitana affinché vengano messe a norma le irregolarità presenti".

Mammì (M5S): Una scuola chiude, abbiamo fallito tutti

“Quando una scuola chiude abbiamo fallito tutti. Invito il sindaco Sala ad andare sul sito del Ministero dell’istruzione, da gennaio è online il bando per l’adeguamento delle scuole alla normativa antincendio. Sono 98 i milioni a disposizione. Sono situazioni inaccettabili per una città come Milano", è il commento del consigliere Mammì. "Nella circolare della dirigente scolastica c’è sconforto ed esasperazione nell’annunciare la chiusura della scuola da lunedì 10 febbraio nonostante, sottolinea la dirigente, avesse da tempo sollecitato Città Metropolitana ad intervenire", aggiunge l'esponente del Movimento 5 Stelle. "Da alcuni mesi sto ispezionando le scuole di Milano, in alcuni casi casi sono situazioni fatiscenti, come ad esempio l'Itsos Albe Steiner, di via San Dionigi, che versa in grave difficoltà, dopo le prime piogge dell’autunno. I soffitti di numerose classi sono crollati e i ragazzi si trovano a fare lezioni in aule improvvisate".