Erano in isolamento domiciliare perché positivi al coronavirus, ma sono usciti e hanno investito con l'auto una donna in bicicletta. In provincia di Lecco una coppia di 60enni è stata denunciata e rischia gravi conseguenze per i reati di epidemia colposainterruzione di pubblico servizio. Quando sono stati rintracciati dagli agenti della polizia locale, infatti, i due pirati della strada si sono avvicinati senza mascherine. Quando si è scoperto che erano infettati, il comandante della polizia locale associata Alto Lario si è visto costretto a mettere in quarantena anche i poliziotti.

Incidente stradale a Dervio, donna in bicicletta investita da pirata della strada

L'incidente stradale è avvenuto nella mattinata di giovedì a Dervio, sulla strada provinciale 72. Una donna in bicicletta è stata travolta dall'auto e il conducente non si è fermato a prestare soccorso. Dopo i soccorsi alla signora, che ha riportato ferite giudicate guaribili in due settimane, sono scattate le indagini per rintracciare il veicolo. Grazie alle immagini della video sorveglianza e alle testimonianze di alcune persone presenti, gli agenti sono risaliti alla targa dell'auto e da quella all'indirizzo della proprietaria. Davanti all'abitazione c'era l'auto con le tracce di sangue e dei danni provocati dall'impatto.

Sull'auto una coppia che era in quarantena per positività al coronavirus

A quel punto marito e moglie, una coppia di 60enni di Dervio, si sono avvicinati ai poliziotti senza la mascherina. Secondo quanto riportato da Lecco Notizie, dai controlli nella banca dati è emerso che uno dei due coniugi era risultato positivo al tampone e per questo entrambi erano in quarantena. Inevitabile a quel punto l'isolamento disposto anche per i poliziotti, confermato anche dall'Ats.