La rotatoria a Rozzano (Foto di Laura Salvini dal gruppo Facebook Sei di Rozzano se…)
in foto: La rotatoria a Rozzano (Foto di Laura Salvini dal gruppo Facebook Sei di Rozzano se…)

Un inseguimento che sembra uscire direttamente della sceneggiatura di un action movie. È quanto accaduto nelle prime ore di venerdì 13 settembre a Rozzano, nell'hinterland di Milano, dove una volante dei carabinieri si è lanciata all'inseguimento di un'auto con a bordo un uomo di 31 anni, che, a quanto risulta dalle prime ricostruzioni, non si sarebbe fermato al posto di blocco delle forze dell'ordine. Dopo aver tentato di investire gli stessi carabinieri, l'automobilista ha cercato di scappare danneggiando alcune auto parcheggiate a bordo strada. Per fermare il fuggitivo, i militari hanno confermato di aver sparato alla gomme dell'auto, così da bloccare la sua folla corsa e arrestarlo. La fuga si è conclusa intorno alle tre di notte all'altezza di via Cooperazione, quando il conducente della Ford Fiesta ha perso il controllo del mezzo andando a schiantarsi contro una rotatoria.

Inseguimento di Rozzano: il fuggiasco ricoverato in codice giallo

Alla fine dell'inseguimento i carabinieri hanno messo le manette al 31enne, un cittadino italiano già noto alle forze dell'ordine, che è stato trasportato in codice giallo all'ospedale San Carlo di Milano, dove è attualmente piantonato. Gli spari per bloccare la fuga sono stati sentiti anche dai residenti della zona: in tanti hanno scritto sul gruppo Facebook della cittadina del Milanese, dove qualcuno ha pubblicato anche la foto delle auto distrutte dal 31enne durante la sua folle fuga. L'ipotesi più accreditata fino adesso è quella che l'uomo abbia deciso di non fermarsi all'alt dei militari perché sotto effetto di sostanze stupefacenti o sopra i livelli minimi di alcol consentiti: si attendono i risultati delle analisi per fare chiarezza sulla vicenda.