È rimasto folgorato dai fili dell'alta tensione l'operaio ricoverato in gravi condizioni all'ospedale San Gerardo di Monza mentre era impegnato nella potatura di alcune piante. È accaduto a Robecco sul Naviglio, nel pomeriggio di ieri sabato 21 settembre: l'allarme è scattato poco prima delle 15 quando i soccorritori del 118 sono stati chiamati a intervenire nei pressi dell'area boschiva della frazione di Carpenzago in provincia di Milano. Ad allertarli i colleghi che erano al lavoro con lui in quel momento. Sul posto si sono recate due ambulanza, un'auto medica e un elisoccorso sopraggiunto a causa delle condizioni critiche nel quale versava la persona ferita: la vittima dell'incidente, un uomo di 49 anni residente nella frazione di Casterno, è stato immediatamente caricato a bordo dell'elicottero del 118 e trasportato al pronto soccorso dell'ospedale monzese dove è giunto in codice rosso. Secondo un primo bollettino sembra che il 49enne a causa della scarica di corrente abbia riportato ustioni su varie parti del corpo. Le sue condizioni secondo quanto si apprende sarebbero tutt'ora gravi.

Avrebbe sfiorato i fili dell'alta tensione con un bastone

Sul posto sono accorsi anche i carabinieri della compagnia di zona con la polizia locale e i vigili del fuoco, questi ultimi in particolare hanno messo in sicurezza la zona visto che la scarica è stata così violenta che per alcuni minuti la corrente è saltata nell'area vicina al luogo dell'incidente. Secondo una prima ricostruzione avanzata dalle forze dell'ordine sembra che l'uomo stesse eseguendo alcuni lavori di potatura agli alberi della zona: stava camminando trasportando un lungo bastone, quando ha toccato i fili dell’alta tensione ed è stato così investito da una scarica di 15mila volt: ora però saranno le indagini della polizia a chiarire cosa sia accaduto e se tutte le norme di sicurezza siano state rispettate.