Un incidente la scorsa notte ha messo in allarme i cittadini di Mairano, frazione di Casaletto Lodigiano, dove poco dopo le 3 c'è stata un'esplosione all'interno di un reattore dell'azienda farmaceutica Olon. Nello specifico a esplodere sarebbe stata una guaina di tenuta del reattore utilizzato per la produzione di principi attivi farmaceutici: per questo ci sarebbe stata anche la fuoriuscita di materiale contenuto al suo interno che avrebbe fatto disperdere nell'aria alcune sostanze maleodoranti. Immediata l'attivazione delle procedure di emergenza da parte dell'azienda farmaceutica che ha richiesto l'intervento dei vigili fuoco giunti poco dopo sul posto: sono stati gli stessi pompieri a escludere la presenza di sostanze tossiche così come di fuoriuscita di materiale pericoloso. Per fortuna in quel momento non vi erano persone intorno al reattore e così non vi sono stati feriti o intossicati.

I cittadini di Casaletto si risvegliano tra i miasmi

I cittadini di Casaletto però questa mattina hanno lamentato un forte odore nell'aria: le autorità però hanno escluso che ci possa essere qualche tipo di rischio per la popolazione. Sul posto sono comunque intervenuti i tecnici che hanno effettuato i primi rilievi utili a capire cosa abbia portato al cedimento della guarnizione del reattore. "Non c'è stata ciò che si definisce un'esplosione ma solo una perdita dal reattore durante la produzione di un farmaco – spiega Alessandro Spinetti, responsabile della sicurezza della Olon – per fare un esempio è stato come se da una canna dell'acqua si fosse aperto un buco che ha causato una perdita". Spinetti ha spiegato che a causa della rottura di una guarnizione del reattore ha fatto fuoriuscire dei vapori all'interno di un reparto: "Ora i dipendenti stanno pulendo e rispristinando l'area: l'impianto verrà smontato per verificare bene cosa è successo internamente. Finché le apparecchiature non sono aperte si possono fare solo congetture".