Tre piccole vite spezzate. Bruciati e soffocati a morte nella casa incendiata volontariamente dal padre. La strage delle bambine è avvenuta oggi di primo mattino a Como, in pieno centro storico, in via San Fermo della Battaglia. Protagonista dell'orribile fatto un uomo di nazionalità marocchina di 49 anni. In casa viveva con quattro bimbe di età compresa tra i 3 e i 12 anni. Le tre piccole sono morte a causa di gravissime ustioni e le intossicazioni riportate nel rogo. La quarta resta in gravissime condizioni; dopo le manovre di rianimazione all'ospedale di Cantù il suo cuore è ripartito ma resta in prognosi riservata: è  stata trasferita all'ospedale Buzzi di Milano in ambulanza assistita da due rianimatori e un infermiere.

La strage dei bambini a Como: i motivi.

Salva la moglie del marocchino, una donna di cui non è ancora stata resa nota l'età. Marito e moglie erano di fatto separati e non più  in buoni rapporti da qualche tempo. Il padre dei tre bambini morti aveva di recente perso il lavoro, mentre la moglie era stata ricoverata per depressione: ultimamente era anche stata ricoverata in una struttura psichiatrica. La famiglia era assistita dai servizi sociali. Stando a una prima ricostruzione, l'uomo si sarebbe barricato in casa nell'abitazione prima di dar seguito al folle gesto le cui ragioni ultime restano, al momento, inspiegate. "La famiglia era in difficoltà economiche tanto che in alcune occasioni io stessa ho portato loro dei generi alimentari e 12 litri di latte: lui si mise quasi a piangere". Lo racconta una amica di famiglia, Agnes, una donna straniera che vive a Como, le cui figlie vanno all'asilo che frequentava anche la bimba di 5 anni, unica sopravvissuta nell' incendio scoppiato stamani in un'abitazione di Como.

Le fiamme sono divampate questa mattina presto (intorno alle 8.30) e a dare l'allarme sono stati stati i vicini di casa, che hanno visto del fumo uscire dall'appartamento e hanno immediatamente avvertito i pompieri. Sul posto sono intervenute cinque squadre di vigili del fuoco, quattro ambulanze, tre volanti della polizia e i vigili urbani. Ambulanze del 118 e i Vigili del fuoco, intervenuti nell'abitazione all'ultimo piano di una palazzina di San Fermo della Battaglia, hanno detto di aver trovato l'appartamento invaso dal fumo e masserizie accatastate all'ingresso.