Sono Sergio e Giuseppe Palumbo, di 20 e 26 anni, e il padre di 66 anni i tre uomini rimasti feriti nell'esplosione di un capannone dove si trova una ditta che produce prodotti a base di canapa legale a Trezzano sul Naviglio. Giuseppe Palumbo è, da quanto si apprende, il titolare dell'azienda. Secondo alcuni testimoni i due giovani uomini sembravano "torce umane". Il più grave è Giuseppe, cui condizioni sono disperate: ricoverato in codice rosso all'ospedale Gerardo di Monza, ha il corpo coperto da ustioni, anche di terzo grado. Secondo quanto ricostruito i due avrebbero tentato di spegnere il rogo con gli estintori, fino a quando non sono stati avvolti dalle fiamme e si sono precipitati all'esterno dove sono stati soccorsi.

L'esplosione in una fabbrica a Trezzano sul Naviglio

Sul posto sono giunte quattro ambulanze e tre automediche, oltre che un elicottero e venti mezzi dei vigili del fuoco che sono impegnati ancora ora nelle operazioni di spegnimento, oltre che le forze dell'ordine. All'interno della fabbrica Tree of Light, in via Edison nella zona industriale di Trezzano, sarebbero esplose bombolette di butano – circa 5000 – che servono a realizzare alcuni gadget per i consumatori di cannabis light, in particolare strumenti per estrarre olio dalla canapa.

Riscontrate diverse irregolarità nell'azienda di canapa light

Ancora da chiarire le cause dell'incendio, ma secondo le prime informazioni si tratterebbe di cause incidentali. Un alta colonna di fumo nero si è alzata dal capannone all'interno del quale, negli scorsi mesi, sono state riscontrate diverse irregolarità dai Nas dei carabinieri.