Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Lo hanno scovato in una camera d'albergo dove stava trascorrendo una romantica vacanza con la fidanzata: alla vista dei carabinieri della stazione di Darfo Boario Terme, nel Bresciano, l'uomo un 35enne di origine slovena non ha opposto resistenza e ha seguito i militari in caserma. Su di lui pendeva infatti un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nel 2014 per i reati di traffico e spaccio di stupefacenti, ordinanza a seguito della quale si era dato alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Almeno fino a ieri, lunedì 11 novembre, quando è stato arrestato e portato in carcere.

Il 35enne si era recato in un albergo di Darfo Boario Terme per trascorrere un romantico weekend con la fidanzata, ma al momento della registrazione effettuata nella struttura con il documento d'identità, è scattato l'allarma: la questura di Brescia infatti alla verifica delle schede di tutti gli ospiti dell'albergo trasmessa dalla struttura stessa ha scoperto che tra questi vi era il 35enne. A questo punto i carabinieri della stazione locali sono andati in albergo per identificare l'uomo che è stato fermato e portato in caserma. I militari hanno così avuto conferma della sua identità: l'uomo faceva parte di una banda dedita all'importazione di cocaina e marijuana dall'estero. Nel 2014, al termine delle indagini condotte dai carabinieri di Verolanuova, il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Brescia aveva fatto scattare le manette per lui e per altri indagati. Il 35enne però si era dato alla fuga poco dopo.