In Lombardia sarà obbligatorio indossare la mascherina almeno fino al 14 giugno. A comunicarlo è il presidente della regione Lombardia Attilio Fontana nella nuova ordinanza firmata quest'oggi che sarà in vigore dal prossimo primo giugno. Secondo quanto si legge nel testo, è previsto tra le altre cose anche l'obbligo "su tutto il territorio regionale di portare la mascherina o altri indumenti utili a coprire le vie respiratorie anche all’aperto". Nell'ordinanza, si legge, è stabilito che dovrà permanere l'obbligo di misurare la temperatura di lavoratori e dipendenti nei luoghi di lavoro, così come per i clienti dei ristoranti che dovranno sottoporsi al controllo della temperatura prima di sedersi a cena. Permane, infine, il blocco delle slot machines nei locali pubblici.

Cosa prevede l'obbligo di indossare la mascherina anche all'aperto

Nella sua ultima formulazione, contenuta nell'ordinanza 539 del 3 maggio, la disposizione recita: "Ogniqualvolta ci si rechi fuori dall’abitazione, vanno adottate tutte le misure precauzionali consentite e adeguate a proteggere sé stesso e gli altri dal contagio, utilizzando la mascherina o, in subordine, qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca, contestualmente ad una puntuale disinfezione delle mani. In ogni attività sociale esterna deve comunque essere mantenuta la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro". Riguardo a coloro che sono esentati dall'indossare la mascherina l'ordinanza recita: "Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti soggetti con forme di disabilità. Per coloro che svolgono attività motoria intensa – si aggiunge – non è obbligatorio l’uso di mascherina o di altra protezione individuale durante l’attività fisica intensa, salvo l’obbligo di utilizzo alla fine dell’attività stessa e di mantenere il distanziamento sociale".