1.461 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Covid 19

In Lombardia 77.002 casi da Coronavirus e 14.189 morti: aumentano contagi e decessi

In Lombardia i casi di coronavirus confermati sono 77.002. Le persone nei reparti di terapia intensiva sono 545, in calo di 18. Si registrano ancora molti morti a causa del Covid-19: i decessi nelle ultime 24 ore sono stati 329 portando il bilancio a 14.189 dall’inizio della pandemia. Il totale dei tamponi effettuati in Lombardia è arrivato a 403.702.
A cura di Redazione Milano
1.461 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Il bollettino di oggi, sabato 2 maggio, sull'emergenza Coronavirus in Lombardia. I contagi ufficiali confermati sono 77.002, in aumento di 533 rispetto ai 76.469 di ieri. I pazienti ricoverati in ospedale con sintomi sono 6.529 (meno 99 rispetto a ieri, quando erano 6.628). Le persone nei reparti di terapia intensiva sono 545, in calo di 18 rispetto ai 563 di ieri. In Lombardia tornano ad aumentare purtroppo i decessi: le persone morte a causa del Covid-19 dall'inizio della pandemia sono 14.189 in aumento di 329 morti nelle ultime 24 ore. Il totale dei tamponi effettuati in Lombardia è arrivato a 403.702.

Immagine

I contagi nelle province lombarde

La provincia lombarda più colpita dalla pandemia è sempre quella di Milano, dove sono arrivati a 19.950 i casi accertati (+249), di cui 8.450 in città (+115). In provincia di Brescia i contagi sono 12.999 (+70), mentre a Bergamo sono 11.394 (+16). A Cremona i casi sono arrivati a 6.088 (+20), nella provincia di Monza Brianza 4.745 (+25), a Pavia 4.456 (+40), a Mantova 3.194 (+9), a Varese 2.715 (+10), a Como 3.293 (+22), a Lodi 3.017 (+23), a Lecco 2.290 (+13) e a Sondrio 1.181 (=).

Immagine

Sala su Fase 2: Non so cosa succederà

Sui nuovi contagi è tornato a parlare questa mattina il sindaco di Milano Beppe Sala: "Nella nostra città ci sono in media 143 nuovi contagi al giorno, ma questa è solo la punta dell'iceberg e nessuno sa davvero cosa accadrà con la riapertura delle attività produttive – ha detto nel suo quotidiano messaggio ai cittadini – siamo vicini a una prima riapertura, necessaria e sostanziata da un giudizio della sanità che ci dice che a oggi la situazione è sufficientemente sotto controllo. Molti di voi mi chiedono cosa succederà. Non lo so".

1.461 CONDIVISIONI
32802 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views