Nel quotidiano appuntamento con gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus in Lombardia è stato comunicato il bollettino di oggi 4 aprile: sono 49.118 i casi di contagio accertati, in aumento di 1.598 unità rispetto a ieri quando erano 47.520 i casi positivi. Le persone ricoverate in ospedale sono 12.002 contro le 11.802 di ieri, con un aumento di 200  pazienti, mentre sono 1.326 in terapia intensiva (ieri erano 1.381, quindi 55 in meno rispetto a ieri). Aumentano purtroppo ancora i decessi, arrivati a quota 8.656 dai 8.311 di ieri, con un incremento di 345 unità nelle ultime 24 ore. Cresce però anche il numero totale dei dimessi, arrivato a 13.242 rispetto ai 13.020 di ieri (più 22).

I dati sono stati forniti come sempre dall'assessore al Welfare Giulio Gallera che questa mattina è andato a Brescia per ringraziare i medici e gli infermieri del Civile, ha poi presentato un nuovo progetto che vuole una nuova area all'interno dell'ospedale che potrà ospitare 180 posti letto. Mentre il presidente Fontana è intervenuto attraverso un videomessaggio per ricordare ai lombardi di non uscire e rispettare le norme restrittive: "Il tempo è bello e la tentazione è forte – ha detto il governatore – ma noi non dobbiamo cedere, questo non è il momento di mollare". Il governatore ha poi annunciato quello che sarà un punto importante contenuto nel nuovo decreto che sarà in vigore da domani e che prevede l'obbligo di proteggersi naso e bocca quando si sta in giro.

I dati per provincia: Milano si conferma la più colpita

Per quanto riguarda i dati provinciali invece, Milano resta la provincia più colpita d'Italia con 10.819 casi (+428), di cui 4.362 in città (+166). Seguono Bergamo con 9588 casi totali (+273) e Brescia con 9.180 casi (+166). A Como con 1.319 (+63), Cremona 4.154 (+67), Lecco 2238 casi (+24), a Lodi 2.238 (+24) e in provincia di Monza Brianza 2.935 (+161). A Mantova 1.981 (+97), a Pavia 2499 (+168), a Sondrio 563 (+26) e a Varese 1.148 (+63).