Il segretario della Lega Matteo Salvini con il sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi (Foto LaPresse)
in foto: Il segretario della Lega Matteo Salvini con il sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi (Foto LaPresse)

È polemica a Cinisello Balsamo per la partecipazione del sindaco leghista, Giacomo Ghilardi, a un incontro organizzato a Monza da Casapound, dal titolo' Oltre il confine. L’immigrazione senza veli e ipocrisie. Perché senza sovranità non può esserci sviluppo‘. Il primo cittadino ha confermato che parteciperà al dibattito in programma per venerdì 25 ottobre, a cui partecipa anche il deputato del Carroccio Jari Colla.

Il sindaco di Cinisello Balsamo a un convegno di Casa Pound: è polemica

Sul piede di guerra l'opposizione che giudica la presenza le primo cittadino all'iniziativa del movimento di estrema destra "una macchia indelebile su chi dovrebbe rappresentare tutta la città e concorrere a isolare forze di chiara ispirazione neofascista". Oltre il confine è proprio dove si è spinto quello che dovrebbe essere il primo cittadino", hanno attaccato Partito Democratico, Cinisello Balsamo Civica, La Città Giusta e Partito Socialista Italiano, esprimendo una netta condanna. I capigruppo di Pd e Cinisello Balsamo Civica,  Andrea Catania e Gianfranca Duca, ha chiesto a Ghilardi di ritirare la partecipazione: "Dopo i post su Facebook a favore del fascismo e dei campi di concentramento del vice-capogruppo della Lega o l’immagine sulla lotteria dei migranti che attaccava Chiesa e associazioni da parte della consigliera Bognanni, questa è la ciliegina sulla torta. I cattolici e i cosiddetti moderati presenti nelle fila della maggioranza non hanno nulla da dire?"

Roggiani (Pd): Legame, sempre più pericoloso, fra Lega e forze di estrema destra

"Il sindaco del Carroccio getta la maschera – è il commento la segretaria metropolitana del Pd Silvia Roggiani – e dimostra ancora una volta l'esistenza di un legame, sempre più pericoloso, fra Lega e forze di estrema destra che si rifanno in maniera esplicita all'ideologia fascista. Da un rappresentante delle istituzioni ci saremmo aspettati maggiore senso di responsabilità e una presa di distanza rispetto a chi professa idee contrarie alla nostra Costituzione, e non al contrario una loro legittimazione, anche solo dando la disponibilità a comparire come Sindaco nella locandina dell'iniziativa".

Anpi: Il sindaco sembra ignorare la storia di Cinisello Balsamo

"Apprendiamo con sconcerto e indignazione che il sindaco Giacomo Ghilardi, nella sua veste istituzionale e quindi come rappresentante di questa città, parteciperà ad un incontro organizzato da Casapound, movimento di estrema destra che si richiama apertamente all’ideologia fascista e i cui membri sono stati spesso protagonisti di episodi di intimidazione, violenza, razzismo", ha scritto l'Anpi in una nota. "Il nostro sindaco sembra ignorare la storia di Cinisello Balsamo, anche se le lapidi con i nomi dei partigiani e deportati uccisi, poste all’ingresso del palazzo comunale che orgogliosamente fa visitare alla cittadinanza e alle scolaresche, dovrebbero costantemente ricordargli il tributo di morte e sofferenza che questa città ha pagato a un’ideologia fondata sulla sopraffazione e la negazione della libertà e che ha prodotto come sbocco naturale la guerra e i suoi orrori".