Drammatica scoperta questa mattina ad Azzano Mella nel Bresciano dove due cadaveri sono stati ritrovati a poca distanza l'uno dall'altro: si tratta di un uomo trovato impiccato in un parco pubblico, e di una donna il cui corpo senza vita è stato rinvenuto nelle campagne dello stesso paese della Bassa. Ancora non sono stati resi noti i nomi delle vittime: ma stando a quanto si apprende si tratterebbe di un uomo di 32 anni di nazionalità marocchina e di una donna italiana di 46 anni. I due avrebbero avuto una relazione. Una prima ipotesi avanzata dagli inquirenti giunti immediatamente sul posto è che possa trattarsi di un omicidio-suicidio.

L'uomo impiccato in un parco pubblico

A scoprire il cadavere del 32enne è stato è stato un uomo intento a svolgere alcuni lavori nell'area verde di via Niga: l'allarme è scattato intorno alle 8 quando ha richiesto l'intervento del 112. Sul posto sono sopraggiunte in pochi minuti due ambulanze, i carabinieri e i vigili del fuoco. Purtroppo però per l'uomo non c'era ormai più nulla da fare e il personale medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Poco dopo la scoperta del cadavere della 46enne. Sul macabro ritrovamento stanno indagando ora i carabinieri.

Il messaggio su Facebook: "La ammazzo"

Emergono intanto i primi retroscena secondo i quali il 32enne trovato impiccato aveva preannunciato ad una sua amica, con un messaggio su Facebook, la decisione di uccidere la donna ritrovata senza vita nel parco. Inoltre, viene confermata l'ipotesi riguardante la presunta relazione tra i due, residenti a Brandico, sempre per bocca dell'omicida-suicida nelle chat social.