(Foto di repertorio)
in foto: (Foto di repertorio)

Un alunno della scuola elementare Aldo Moro di Casaglio – una frazione del comune di Gussago in provincia di Brescia – ha contratto la scabbia: una malattia contagiosa della pelle causata da un acaro parassita. All'interno dell'istituto è allerta massima: il Comune e l'Agenzia di tutela della salute (Ats) hanno già portato avanti una serie di interventi di sanificazione e disinfestazione. Una particolare attenzione è rivolta agli elementi di arredo, ai banchi, alle sedie, ai materassini della palestra e ai tessuti presenti nell'edificio scolastico. Inoltre sono stati sanificati anche i luoghi umidi dove potrebbe insediarsi il Sarcoptes scabiei, il minuscolo parassita definito l'acaro della scabbia.

Un caso isolato, ma resta alta l'attenzione

Per il momento è stato colpito dalla scabbia un solo studente dell'istituto Aldo Moro, ma anche se non si sono verificati altri contagi l'allerta sanitaria resta altissima. L'acaro che causa la scabbia penetra sotto la pelle provocando un forte prurito allergico: la malattia può essere trasmessa anche attraverso gli oggetti, ma il più delle volte il contagio avviene con il contatto diretto pelle-pelle. La scabbia ha un lungo periodo di incubazione: spesso i sintomi possono verificarsi anche a distanza di alcune settimane dall'infestazione dell'acaro. Proprio per questo motivo non si è ancora abbassata la soglia di attenzione, onde evitare che altri giovani alunni vengano colpiti da questa fastidiosa (ma comunque non grave) malattia, che è anche una delle tre malattie della pelle più comuni tra i bambini, insieme alla tinea e alla piodermite.