Due donne di 54 e 44 anni, sorelle, sono state investite da un'auto a Brescia mentre attraversavano sulle strisce pedonali. L'incidente stradale si è verificato nel pomeriggio di ieri, martedì 16 luglio, in via Valcamonica. Poco dopo le 15 le due donne sono state travolte da un'auto guidata da un uomo. L'automobilista, stando a quanto ricostruito finora, era appena uscito da una concessionaria per fare un giro di prova con una vettura. Per cause da accertare non è riuscito a frenare in tempo e ad evitare le due donne, colpendole in pieno. Le sorelle hanno sbattuto contro il parabrezza dell'auto e poi sono cadute sull'asfalto. Tra coloro che hanno assistito alla scena lo spavento è stato tanto: l'automobilista si è subito fermato a prestare i primi soccorsi alle due donne, che nonostante le loro condizioni non hanno mai perso conoscenza.

Le due sorelle investite non sarebbero in pericolo di vita

Sul posto sono intervenute tre ambulanze e un'automedica, inviate dall'Azienda regionale emergenza urgenza: le due sorelle sono state caricate su due mezzi di soccorso e trasportate, entrambe in codice rosso, in due diversi ospedali della città, il Civile e la Poliambulanza. Solo quando sono state visitate dai medici e sottoposte ad accertamenti si è potuto tirare un sospiro di sollievo: gli esami infatti avrebbero escluso lesioni interne e le due donne non sarebbero in pericolo di vita. Una circostanza che di sicuro alleggerisce la posizione dell'automobilista, comunque grave: restano da accertare le sue reali responsabilità nell'accaduto e il motivo per il quale non è riuscito a evitare l'impatto con le due sorelle. A indagare su dinamica ed eventuali responsabilità nell'incidente sono gli agenti della polizia stradale di Brescia, giunti in via Valcamonica poco dopo l'accaduto per effettuare i rilievi del caso.