È emergenza in bassa Valcamonica in provincia di Brescia. La situazione più grave nella frazione di Mazzunno di Angolo Terme. Il centro abitato nella serata di ieri è stato invaso da acqua e fango, che hanno coperto abitazioni, auto e strade. Fortunatamente non ci sono stati feriti, ma l'energia elettrica non raggiunge tutto il paese e si contano almeno trenta sfollati. Lo smottamento che ha invaso la frazione era stato preceduto da una violenta precipitazione e da una grandinata da record, con chicchi di ghiaccio grossi come uova che hanno rotto addirittura i vetri di vetture e abitazioni, ma soprattutto hanno raso al suolo in venti minuti coltivazioni e vigneti, oltre a provocare danni agli arredi esterni di molte abitazioni. In alcune zone la grandine depositatasi sull'asfalto si è trasformata in vere e proprie lastre di ghiaccio.

Protezione civile e vigili del fuoco al lavoro

A lavoro in tutta la zona colpita dal maltempo la Protezione Civile e i vigili del fuoco: gli interventi più urgenti sono quelli di ripristino della circolazione nelle strade di collegamento invase da pietre e fango, mentre di dovrà valutare dove gli smottamenti hanno creato una situazione di persistente pericolo. Per quanto riguarda la frazione di Mazzunno solo nelle prossime ore si potrà valutare precisamente la conta dei danni. I sindaci della zona invitano la popolazione a limitare gli spostamenti allo strettamente necessario.