Gabriele è un bimbo bellissimo di 19 mesi dal sorriso contagioso e con due genitori che lo amano più della loro stessa vita. Purtroppo il piccolo, che vive a Milano con mamma, papà e la sorellina gemella, è affetto da Sifd, che comporta immunodeficienza e anemia sideroblastica, una malattia rara curabile solo con trapianto di midollo osseo. Gabriele, detto affettuosamente ‘Gabry Little Hero', ha bisogno di un donatore per sottoporsi a un intervento. A lanciare l'appello Admo Lombardia, l'associazione donatori di midollo osseo, per sensibilizzare le persone e invitarle a donare. Un post diventato virale, con tantissime condivisioni sui social. Ciò che i medici cercano è un donatore che vada bene per Gabriele. Il bimbo infatti ha una gemellina sana che purtroppo però non risulta geneticamente compatibile e non può essere lei a donargli le sue cellule staminali emopoietiche. Lo stesso vale per la madre e il padre. "Tocca a noi! – scrive Admo Lombardia – AAA gemello genetico di Gabriele cercasi". Un grido d'amore che si sta diffondendo in rete e in tanti si stanno mobilitando.

Come donare il midollo osseo

Per diventare donatori di midollo osseo è necessario iscriversi all'Admo, l'associazione donatori midollo osseo. I requisiti per diventare donatore sono un'età compresa tra i 18 e i 35 anni, avere un peso corporeo di almeno 50 chili, e godere di buona salute. La disponibilità del donatore rimane valida fino al raggiungimento dei 55 anni. Dopo un colloquio con il medico, il paziente viene sottoposto a un prelievo di sangue o saliva, campione dal quale verranno estratti i dati genetici del paziente, necessari per verificare la compatibilità con chi ha bisogno di un trapianto.