"Le infezioni aumenteranno, non ci sono dubbi al riguardo". Così il presidente della Lombardia Attilio Fontana nel commentare la curva, eventuale, di contagio che si registrerà nei prossimi giorni dopo le riaperture operate a partire da oggi, lunedì 18 maggio. Il governatore lombardo ha detto che "dobbiamo impedire che il virus torni a correre", motivo per cui sarà fondamentale "tenere sotto controllo" le nuove infezioni ed "evitare che si diffondano in maniera incontrollata".

Fontana: Momento delicato, cittadini siano responsabili

In collegamento con Mattino Cinque, Fontana sottolinea come questo sia "un momento delicato", durante il quale "il lavoro più importante sarà il monitoraggio". Sarà insomma fondamentale "tenere sotto controllo il territorio il più possibile". Per farlo, però, Fontana si appella all'aiuto delle forze dell'ordine: "Abbiamo bisogno della massima collaborazione di prefetti, questori e sindaci con la polizia locale", ha detto. E poi, come per ogni fase dell'emergenza Coronavirus, il governatore della Lombardia ha ribadito che molto dipenderà dai cittadini e dal loro senso di responsabilità nel rispetto delle regole imposte dall'ultima ordinanza. Fontana spiega che tutti i miglioramenti fatti e gli obiettivi raggiunti, sono stai possibili grazie "alla disponibilità dei cittadini di rinunciare a una parte di libertà". Una libertà che è stata riconquistata oggi con la prima parte di riaperture e che se vorrà essere ancora garantita, servirà un rispetto delle regole per tenere lontano il virus. L'obiettivo è continuare a vivere nella nuova normalità senza rischiare di essere sopraffatti nuovamente dall'ondata di contagi.