Imponevano il racket ai senzatetto per consentire loro di dormire al caldo durante i mesi invernali. Questo è quanto avveniva all'interno dell'aeroporto di Linate, a Milano. Due donne di 27 e 55 anni, entrambe cittadine bulgare, sono state arrestate dalla polizia con l'accusa di concorso in estorsione aggravata. Un terzo connazionale è invece ancora ricercato nell'ambito della stessa inchiesta. I fatti contestati risalgono al gennaio dello scorso anno ed erano stati portati all'attenzione della magistratura dalla trasmissione tv "Striscia la notizia". Un inviato del programma aveva filmato un gruppo di donne intente a distribuire a pagamento coperte ai clochard, chiedendo loro il "pizzo" per un posto al coperto all'interno dell'aeroporto. Chi rifiutava, come emerso dalle indagini e dalle testimonianze di alcuni dei senzatetto vittime dei taglieggiatori, veniva minacciato.

Le cifre da pagare variavano dai 10 ai 50 euro

La cifra da pagare variava dai 10-20 euro per una coperta ai 50 euro per un posto all'interno dello scalo aeroportuale. Le indagini degli uomini della squadra mobile di Milano avevano portato nel febbraio dello scorso anno al fermo di una delle due donne, raggiunta poi dall'ordinanza di custodia cautelare. La sua complice è stata invece individuata in Bulgaria lo scorso novembrem ed è stata estradata in Italia poco prima di Natale, il 21 dicembre. Ancora irreperibile il terzo uomo.