Il bancomat esploso (foto: Brescia Sette giorni)
in foto: Il bancomat esploso (foto: Brescia Sette giorni)

Una forte esplosione, un'azione precisa e veloce portata a termine in pochi minuti, poi la fuga con un bottino da migliaia di euro in contanti. I residenti di Bagnolo Mella, in provincia di Brescia, sono stati svegliati da un boato in piena notte. Una bomba che ha fatto saltare il bancomat della Posta, svaligiato da un gruppo di rapinatori a volto coperto. Il colpo è stato messo a segno all’1.45 circa di oggi, lunedì 9 settembre. Tutta l'operazione, secondo quanto riferito dalle forze dell'ordine, è stata portata a termine in modo quasi chirurgico. La carica posizionata dai malviventi è stata calibrata in modo da fare esplodere la serratura della cassaforte blindata, senza che il bancomat venisse divelto e completamente distrutto come spesso avviene in questi casi.

Bagnolo Mella, rapinatori fanno esplodere il bancomat della

L'azione è stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza. Il gruppo, composto da tre persone, è arrivato sul posto in auto. Due malviventi sono scesi mentre il terzo aspettava al volante. Con il volto coperto da sciarpe e passamontagna, i rapinatori hanno piazzato la bomba dentro lo sportello. Quindi hanno fatto saltare l'Atm dell’ufficio postale e sono fuggiti. La cifra sottratta non è ancora stata quantificata ufficialmente, ma si parla di molte migliaia di euro. Sull'accaduto indagano i carabinieri della compagnia di Verolanuova. I danni sono stati comunque contenuti: a parte il bancomat distrutto, ma non completamente divelto, la struttura è rimasta intatta.