Il nuovo sindaco di Pavia, Mario Fracassi
in foto: Il nuovo sindaco di Pavia, Mario Fracassi

Fabrizio Fracassi vince al primo turno le elezioni comunali a Pavia e riporta il centrodestra al governo della città senza passare per il ballottaggio. Fracassi ha ottenuto il 53,04 per cento dei consensi, contro il 30,93 per cento della candidata del centrosinistra Ilaria Cristiani. L'ex sindaco Massimo Depaoli si è fermato al 9,09 per cento. Più lontano Vincenzo Nicolaio (Movimento 5 Stelle) con il 4,91 per cento. Stefano Spagoni (Italia in Comune) è allo 0,94 per cento e Paolo Cattaneo (Rifondazione comunista) all'1,08 per cento.

Dati reali: Fracassi in netto vantaggio

Già con il primi dati reali dello spoglio il candidato del centrodestra aveva un saldo vantaggio sugli sfidanti, con una percentuale superiore al 54 per cento . Lo spoglio dei voti per le elezioni comunali 2019 a Pavia era iniziato alle 14 di lunedì 27 maggio. Quando erano state scrutinate 29 sezioni su 83, il candidato di centrodestra Fabrizio Fracassi era in testa con il 55,48 per cento. La candidata del centrosinistra, Ilaria Cristiani, era ferma al 28,9 per cento, mentre il sindaco uscente Massimo Depaoli era all'8,17 per cento. Vincenzo Nicolaio per il Movimento 5 Stelle si attestava al 5,4 per cento, Stefano Spagoni con la lista Italia in Comune allo 0,9 per cento e Paolo Cattaneo per Rifondazione comunista all'1,15 per cento.

Primi dati sull'affluenza: votanti in calo

L'affluenza al voto per le elezioni comunali 2019 a Pavia è stata del 64,36% degli aventi diritto. Si è quindi verificato un netto calo rispetto al dato della tornata precedente (69,51%). Un'indicazione sull'andamento di questo election day è già arrivato dai voti per le elezioni europee, scrutinati nella notte. A Pavia la Lega è il primo partito con il 34,99% delle preferenze, davanti al Partito democratico al 29,49%, a Forza Italia con il 10,81%. Segue il Movimento 5 Stelle che si ferma al 7,20%, quindi Fratelli d'Italia al 5,36% e +Europa con il 4,92%.

Polemica per l'invito al voto del presidente di Aler

Nelle ore precedenti al voto per le elezioni comunali è scoppiata a Pavia una polemica sul presidente dell’Aler, Jacopo Vignali, che ha inviato una lettera a tutti gli inquilini delle case popolari invitandoli a votare l’europarlamentare uscente della Lega, Angelo Ciocca, (recordman di preferenze in città) e il candidato del Carroccio alle comunali, Fabrizio Fracassi. Un'iniziativa che ha provocato le proteste delle opposizioni.