studenti_scuola
in foto: Immagini di repertorio

Molte le sorprese emerse dai dati diffusi da Eduscopio, il portale della Fondazione Agnelli che ogni anni stila una classifica delle scuole superiori che meglio preparano gli studenti alla scelta del percorso universitario o del lavoro da post diploma. A Milano è stato decretato nella classifica di preparazione agli studi universitari, il paritario Alexis Carrell, il migliore liceo classico che sale di tre posizioni rispetto allo scorso anno, al secondo posto il Sacro Cuore che scende dal gradino più alto del podio, mentre al terzo posto si conferma il Giovanni Berchet. Per quanto riguarda il liceo scientifico invece, si alternano nelle prime tre posizioni, come lo scorso anno l'Alessandro Volta, il Leonardo Da Vinci e il Sacro Cuore (quest'ultimo è paritario). E sono proprio i paritari a guadagnare posizioni rispetto allo scorso anno. La classifica del 2018 si basa sull'analisi dei dati di più di un milione di studenti (circa 1 milione e 300mila) che si sono diplomati in scuole statali o paritarie negli anni dal 2012 al 2015. Sul sito della fondazione è possibile leggere i risultati divisi in due sezioni principali: una dedicata a chi cerca una scuola che prepari all'università e una per chi, dopo il diploma, vuole immettersi direttamente nel mondo del lavoro. In merito agli istituti tecnici invece, la medaglia d'oro va al Falcone-Righi di Corsico per quanto riguarda gli economici che meglio preparano all'università. Restano invariate poi le prime due posizioni degli istituti tecnici tecnologici dove restano il Natta di via don Calabria e il Primo Levi di Bollate.

Le migliori scuole che preparano al mondo del lavoro

Se si guarda ai dati che considerano la percentuale dei diplomati che hanno lavorato per più di sei mesi in due anni dal diploma, i risultati sono ben diversi: per quanto riguarda gli istituti economici, al primo posto troviamo il Pietro Custodi, al secondo il Falcone-Righi e al terzo il Pareto. Per gli istituti tecnologici si classifica prima il paritario Breda di Sesto San Giovanni, seguito dall'Enrico Mattei e dal Curie-Sraffa.