Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Tragedia nel pomeriggio di domenica 14 luglio a Sesto San Giovanni in provincia di Milano, dove un uomo di 93 anni ha ucciso la moglie di 90 anni in preda a un raptus. L'anziano, affetto da demenza senile e costretto su un sedia a rotelle, avrebbe colpito la donna con il poggia piede della carrozzina fino a ucciderla. L'allarme è scattato intorno alle 18 quando il figlio dei due si è recato a casa dei genitori per una visita: quando ha aperto la porta però si è trovato dinanzi alla raccapricciante scena. La madre era a terra col volto tumefatto e ricoperto di sangue mentre il padre sedeva in carrozzina con il poggia piede tra le mani intrise di sangue. L'uomo ha immediatamente allertato i soccorritori del 118 che sono giunti sul posto poco dopo ma il personale medico una volta in casa non ha potuto fare altro che constatare il decesso dell'anziana uccisa presumibilmente da numerosi colpi al viso. In questo senso sarà necessaria l'autopsia per chiarire i motivi della morte.

A 93 anni uccide la moglie: l'anziano affetto da demenza senile

Sul luogo del presunto omicidio sono giunti anche i carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni, guidati dal comandante interinale, il tenente Salvatore Marletta, secondo i quali l'ipotesi più probabile sembra proprio quella di un violento raptus del 93enne che si è scagliato contro la moglie. Sono comunque in corso le indagini per cercare di ricostruire cosa sia accaduto in quelle ore precedenti alla chiamata al 112 del figlio dei coniugi Bimbatti: ai militari l'anziano, affetto da demenza senile certificata e curata da tempo, avrebbe detto che la moglie lo tradiva da 50 anni. L'uomo, prelevato dai carabinieri, è stato accompagnato in ospedale per essere visitato: a questo punto toccherà al pm di turno decidere l'eventuale provvedimento nei confronti dell'uomo che viste le sue condizioni di salute potrebbe essere giudicato incapace di intendere e volere.