Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Un incidente o un gesto estremo. Queste al momento le ipotesi su quanto avvenuto questa mattina a Somma Lombardo, in provincia di Varese. Poco dopo le 10 del mattino una persona, una donna di cui al momento non si conoscono le generalità, è stata travolta da un treno merci. Inutile i soccorsi: la donna è morta sul colpo. Sul luogo dell'investimento, vicino alla stazione ferroviaria del paese, oltre a un'ambulanza e a un'automedica del 118 sono intervenuti gli agenti della polizia ferroviaria per i necessari rilievi dell'autorità giudiziaria. Le operazioni per rimuovere il cadavere dai binari e cercare di determinare la dinamica dell'episodio hanno inevitabilmente comportato modifiche alla circolazione sulla linea interessata, la Domodossola-Milano. Rete ferroviaria italiana informa che "dalle 10.05 il traffico ferroviario fra Gallarate e Sesto Calende (linea Domodossola – Milano) è sospeso".

Treni fermi: ritardi e disagi

Tutto il servizio ferroviario è stato riprogrammato, con inevitabili ritardi per i convogli regionali di Trenord: "A causa dell'investimento di una persona, avvenuto da parte di un treno merci nei pressi della stazione di Somma Lombardo e il conseguente intervento da parte delle Autorità competenti, i treni potranno subire ritardi di circa 120 minuti, variazioni di percorso o cancellazioni", ha spiegato Trenord in una nota delle 10.20. In una comunicazione successiva Trenord ha informato che "è previsto un servizio autobus sostitutivo in partenza da Gallarate alle 11:40 circa e diretto ad Arona che effettuerà le fermate intermedie. I viaggiatori del treno 10413 fermo a Sesto Calende possono proseguire il viaggio fino a Gallarate con un autobus sostitutivo in partenza da Sesto Calende alle ore 10.40 circa". Oltre al treno 10413 risultano coinvolti dai disagi il convoglio Trenitalia 2146 f (Milano C.le 9:29 – Domodossola 11:07) fermo a Casorate Sempione e il treno TI 10415 (Domodossola 09:58 – Milano Porta Garibaldi 12:11), che termina il viaggio nella stazione di Arona.