Foto da laprovinciadicomo.it
in foto: Foto da laprovinciadicomo.it

Una giornata di sport ad alta tensione a Como, dove i tifosi del Varese sono stati accolti a colpi di sassi, bottiglie e bombe carta dai tifosi di casa. Tra le due squadre, che militano in serie D, già la scorso anno ci furono tensioni e incidenti. Oggi i problemi di ordine pubblico sono iniziati attorno alle 13.00 quando un centinaio di tifosi del Como sono stati fermati dagli agenti di polizia in assetto antisommossa all'altezza di via Gallio. Successivamente in viale Rosselli i pullman dei tifosi di casa sono stati bersagliati dal lancio di oggetti e petardi.

Il percorso dei pullman carichi con i tifosi ospiti, circa 300, è stato presidiato dalle forze dell'ordine che hanno blindato l'area attorno allo stadio, impedendo che le due tifoserie entrassero a contatto. A Varese in occasione della partita di andata lo scorso settembre le due tifoserie erano entrate in contatto con momenti di tensione e l'intervento delle forze dell'ordine.