È stata dimessa dall'ospedale Niguarda di Milano Barbara Zanella, la donna di 50 anni che il marito ha quasi ucciso a coltellate lo scorso 11 dicembre a Chiesa in Valmalenco, in provincia di Sondrio. L'uomo non accettava che la compagna volesse separarsi da lui, e per questo ha tentato di ucciderla colpendola ripetutamente con un seghetto da giardinaggio.

Accoltellata dal marito che non voleva separarsi: torna a casa dall'ospedale

La 50enne sta meglio e oggi è tornata a casa. Il marito Claudio Pedrotti, 53 anni, resta invece rinchiuso nel carcere Bassone di Como. È accusato di tentato omicidio e anche di strage. Al culmine di un litigio l'uomo, descritto da diversi testimoni come una persona tranquilla, ha seguito la moglie che stava uscendo, l'ha strattonata e l'ha colpita alla schiena.

L'uomo è accusato di tentato omicidio e strage

Dopo l'aggressione alla moglie ha aperto il gas per togliersi la vita, rischiando di fare saltare l'alloggio del condominio dove viveva la coppia. L'esplosione è stata evitata soltanto dal tempestivo intervento dei vigili del fuoco. La 50enne è stata poi soccorsa e trasportata all'ospedale di Sondrio, dove l'intervento dei medici le ha salvato la vita. I due figli della coppia, entrambi maggiorenni, non si trovavano in casa al momento dell'aggressione. La donna, in via di graduale ripresa, è tornata in Valtellina.