È andato a sbrigare una commissione in un centro commerciale di Monza, dimenticandosi però la figlia di due anni in auto. La "dimenticanza", fortunatamente senza conseguenze, è costata una denuncia a un papà di 45 anni, un brianzolo incensurato. L'uomo, davanti alla polizia, ha ammesso le proprie colpe spiegando di essersi completamente dimenticato della figlioletta. Non si sa se si sia tratta di un vero e proprio episodio di "amnesia dissociativa transitoria" o di una semplice disattenzione: fatto sta che la bambina se l'è cavata fortunatamente solo con un grosso spavento, mentre il suo papà dovrà adesso rispondere di abbandono di minori.

A notare la bambina in lacrime è stato un cliente del centro commerciale.

La vicenda, riportata dal "Corriere della sera", è avvenuta ieri sera nel centro commerciale Auchan di via Lario, alle porte di Monza. Il papà ha parcheggiato la sua auto al secondo piano interrato. Poi è sceso dall'auto, lasciando la figlioletta sui sedili posteriori. Il 45enne si è allontanato in tutto per una ventina di minuti circa, il tempo di sbrigare una commissione. Nel frattempo, però, un cliente del centro commerciale è passato vicino all'auto e ha notato la bambina da sola, in lacrime. L'uomo ha prima avvisato la direzione del centro commerciale, che ha diramato degli avvisi dall'altoparlante.

Vedendo che nessuno rispondeva agli annunci, gli addetti alla sicurezza del centro commerciale sono intervenuti, riuscendo ad aprire il portabagagli dell'auto senza forzarlo. Nel frattempo erano già state allertate un'ambulanza e la polizia. La bambina, fortunatamente, era in buone condizioni. Quando il padre è tornato vicino all'auto ha ammesso la propria dimenticanza: per lui è scattata la denuncia.