A Desio, in provincia di Monza e Brianza, la pratica del "caffè sospeso" è stata adattata anche ai regali di Natale. È l'idea del Circolo Briani e dall'associazione Desio città aperta, che a partire da venerdì 29 novembre hanno lanciato l'iniziativa "Doni in sospeso". Fino al 21 dicembre, in alcuni esercizi commerciali del comune brianzolo sarà possibile acquistare giocattoli o libri da destinare alle famiglie che si trovano in una situazione di difficoltà economica. Una proposta solidale in favore dei bambini che altrimenti non avrebbero la possibilità di trovare i regali sotto l'albero di Natale.

Come lasciare un "dono in sospeso?"

Per prendere parte all'iniziativa sarà sufficiente entrare in uno dei negozi aderenti e scegliere il regalo che si desidera lasciare "in sospeso". Una volta acquistato, il regalo dovrà essere lasciato nell'apposito spazio riservato a tutti i "doni in sospeso". Il 22 dicembre i libri o giocattoli acquistati saranno consegnati dai volontari ai piccoli pazienti ricoverati nel reparto di Pediatria dell'ospedale di Desio e ai bambini delle famiglie bisognose individuate dalle associazioni cittadine. Per sponsorizzare l'iniziativa le due associazioni organizzatrici hanno preparato un evento in piazza che consenta di raccogliere fondi in favore dei doni sospesi. L'appuntamento è previsto per sabato 14 dicembre dalle 15 alle 18 in piazza Conciliazione a Desio. Lo scorso anno l'associazione "Desio città aperta" e il Circolo Briani avevano raccolto circa cento doni, poi destinati a un'ottantina tra bambini e ragazzi. L'obiettivo per la seconda edizione è quello di superare il risultato raggiunto nel 2018.