Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Prima ha picchiato l'anziana madre di novant'anni, poi in preda ai sensi di colpa è andato alla caserma dei carabinieri di Cremona per autodenunciarsi. Un operaio di 61 anni è finito nei guai ed è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali dopo aver raccontato personalmente ai militari, lo scorso 6 agosto, di aver aggredito la madre.

Cremona, picchia l'anziana madre e poi si autodenuncia ai carabinieri

L'uomo si è presentato alla caserma “Santa Lucia” dei carabinieri di Cremona lo scorso 6 agosto, attorno alle 13, in forte stato di agitazione. Ha riferito di aver litigato con l'anziana madre e di averla picchiata. La discussione sarebbe scaturita per futili motivi, legati alla condizione fisica e psicologica in cui versa l’anziana donna in cura per una malattia terminale e per cui necessita di continua assistenza. La lite verbale, però, è rapidamente sfociata nelle percosse. Recuperata la calma, il 61enne in preda ai sensi di colpa si è recato dalla forze dell'ordine per raccontare tutto.

L'anziana ricoverata in ospedale: sarà affidata a una comunità

I carabinieri sono andati nell’abitazione dell’anziana e l'hanno trovata con evidenti segni di percosse. È stato quindi allertato il 118 di Cremona. I soccorritori l'hanno trasporta in ospedale dove è stata ricoverata per ricevere le cure necessarie per le lesioni. Dai controlli effettuati non sono risultati precedenti o denunce a carico del figlio da parte della vittima. L'anziana, al momento della dimissione dalla struttura sanitaria, sarà collocata in una comunità, individuata in accordo servizi sociali del comune.